fertilityday

radio onda d’urto: FERTILITY DAY: IL MINISTERO DELLA SALUTE E LA DONNA “ANGELO DEL FOCOLARE”.

Il prossimo 22 settembre arriva il primo #Fertilityday, promosso dal ministero della Salute. Obiettivo ufficiale, annunciato dalla ministra Beatrice Lorenzin: “per richiamare l’attenzione di tutta l’opinione pubblica sul tema della fertilltà e della sua protezione.

La sua istituzione è prevista dal Piano Nazionale della Fertilità(sic…) per mettere a fuoco, con grande enfasi, “il pericolo della denatalità nel nostro Paese, la bellezza della maternità e paternità, il rischio delle malattie che impediscono di diventare genitori, l’aiuto della medicina per le e per gli uomini che non riescono ad avere bambini”.

Una mossa che richiama un’immagine arcaica della famiglia e della donna, con inquietanti richiami alle politiche pro-natalità del Ventennio e al motto “Il numero è potenza”, a partire dagli slogan scelti per la campagna pubblicitaria, da ‘La bellezza non ha età, la fertilità sì’ a ‘Datti una mossa! Non aspettare la cicogna’, passando per ‘Genitori giovani. Il modo migliore per essere creativi’ e ‘La fertilità è un bene comune’.

Sulla testa della Lorenzin piovono ora le critiche, sia per la riproposizione della donna come semplice angelo del focolare e sfornatrice di prole che per i continui ostacoli che il sistema di comando del capitale odierno, tra sfruttamento, sessismo, precarietà e tanto altro ancora, pone alle donne, il cui corpo resta un campo di battaglia e di sfruttamento più dirompente di altri.

Il commento di Chiara, del collettivo anticapitalista e femminista Me-DeA di Torino.

ascolta su http://www.radiondadurto.org

15 maggio niscemi - banner

MUOS: ad un anno dal sequestro

Sfatiamo qualche mito sul referendum del 17 aprile

Referendum Trivelle: perché bisogna votare e votare sì

Accendono il Muos. Comincia una nuova fase di mobilitazione a Niscemi

Sistemi Partecipati di Garanzia: Genuino Clandestino in Sicilia

ecco l’intervista a francesco di genuino clandestino palermo, la prima puntata di radiofaber dedicata al tema della sovranità alimentare:

Siamo contadini e artigiani. Utiliziamo risorse abbondanti come il tempo ed il lavoro umano e risparmiamo quelle preziose come l’acqua e la Terra. Cerchiamo di vendere i nostri prodotti nel territorio che ci circonda, aggiungendogli così il valore del prodotto locale.
Genuino Clandestino nasce nel 2010 come una campagna di comunicazione per denunciare un insieme di norme ingiuste che, equiparando i cibi contadini trasformati a quelli delle grandi industrie alimentari, li ha resi fuorilegge. Per questo rivendica fin dalle sue origini la libera trasformazione dei cibi contadini, restituendo un diritto espropriato dal sistema neoliberista.
Ora questa campagna si è trasformata in una rete dalle maglie mobili di singoli e di comunità in divenire che, oltre alle sue iniziali rivendicazioni, propone alternative concrete al sistema capitalista vigente attraverso diverse azioni

http://genuinoclandestino.it
http://www.genuinoclandestinopalermo.org/

Loading...
X